Lo abbiamo chiesto al Dott. Andrea Carravetta - Biologo Nutrizionista

La vitamina C è una delle vitamine più importanti del nostro organismo. Entra come attivatrice di tantissime reazioni enzimatiche indispensabili per la difesa e il mantenimento della vita ma nota bene è una vitamina che il nostro organismo non può sintetizzare e che neppure tiene in deposito in quantità sufficienti per garantire rifornimenti cellulari prolungati, quindi diventa fondamentale la sua assunzione dall’esterno. Per semplificare, dividerei le funzioni della vitamina C in:

1)funzioni strutturali

2)funzioni difensive.

Tra le principali funzioni strutturali della vitamina C ricordiamo le seguenti:

La vitamina C è una delle vitamine più importanti del nostro organismo. Entra come attivatrice di tantissime reazioni enzimatiche indispensabili per la difesa e il mantenimento della vita ma nota bene è una vitamina che il nostro organismo non può sintetizzare e che neppure tiene in deposito in quantità sufficienti per garantire rifornimenti cellulari prolungati, quindi diventa fondamentale la sua assunzione dall’esterno. Per semplificare, dividerei le funzioni della vitamina C in:
1)funzioni strutturali
2)funzioni difensive.
Tra le principali funzioni strutturali della vitamina C ricordiamo le seguenti:

vitamina-c-blog-620x520

- Sintesi del collagene con formazione e riparazione di molti tessuti e in particolare delle ferite. Il collagene è una proteina fondamentale perché fornisce la struttura al nostro tessuto connettivo, cioè lo “sorregge”, contribuendo anche al funzionamento di tendini e legamenti;

- Mantenimento di un normale materiale intracellulare per la formazione di ossa, muscoli, tendini e legamenti. La vitamina C è anche necessaria per produrre cute e vasi sanguigni, ma anche nel riparare le ferite, nel formare il tessuto cicatriziale e nel mantenere e riparare la cartilagine, le ossa e la dentina dei denti;

- Facilitazione dell’assorbimento intestinale del ferro alimentare. La vitamina C aiuta ad assorbire il ferro contenuto nel cibo che giunge a livello intestinale;

- Sintesi di numerosi composti essenziali per la nostra vita biologica.

vitamina-c-blog-500x500

- Sintesi del collagene con formazione e riparazione di molti tessuti e in particolare delle ferite. Il collagene è una proteina fondamentale perché fornisce la struttura al nostro tessuto connettivo, cioè lo “sorregge”, contribuendo anche al funzionamento di tendini e legamenti;
- Mantenimento di un normale materiale intracellulare per la formazione di ossa, muscoli, tendini e legamenti. La vitamina C è anche necessaria per produrre cute e vasi sanguigni, ma anche nel riparare le ferite, nel formare il tessuto cicatriziale e nel mantenere e riparare la cartilagine, le ossa e la dentina dei denti;
- Facilitazione dell’assorbimento intestinale del ferro alimentare. La vitamina C aiuta ad assorbire il ferro contenuto nel cibo che giunge a livello intestinale;
- Sintesi di numerosi composti essenziali per la nostra vita biologica.

vitamina-c-blog-2-620x520

Anche le funzioni difensive della vitamina C sono molteplici, tra le principali azioni difensive ricordo in particolare:

- Azione antiossidante: agendo come antiossidante, la vitamina C blocca danni causati da alcuni radicali liberi, con conseguente protezione della struttura del DNA, delle proteine e delle membrane cellulari, dei mitocondri e di molte altre strutture dai danni che i radicali liberi ossidanti possono causare;

- Rigenerazione e potenziamento della vitamina E (la vitamina E è un altro potente antiossidante che, dopo aver svolto la sua azione, ha bisogno di essere rigenerata dalla vitamina C per poter funzionare di nuovo; quindi la vitamina C ripristina la funzione antiossidante della vitamina E ed entrambi si potenziano e si aiutano vicendevolmente);

Anche le funzioni difensive della vitamina C sono molteplici, tra le principali azioni difensive ricordo in particolare:
- Azione antiossidante: agendo come antiossidante, la vitamina C blocca danni causati da alcuni radicali liberi, con conseguente protezione della struttura del DNA, delle proteine e delle membrane cellulari, dei mitocondri e di molte altre strutture dai danni che i radicali liberi ossidanti possono causare;
- Rigenerazione e potenziamento della vitamina E (la vitamina E è un altro potente antiossidante che, dopo aver svolto la sua azione, ha bisogno di essere rigenerata dalla vitamina C per poter funzionare di nuovo; quindi la vitamina C ripristina la funzione antiossidante della vitamina E ed entrambi si potenziano e si aiutano vicendevolmente);

vitamina-c-blog-2-500x500
vitamina-c-blog-3-620x520

- Prevenzione e modulazione di qualsiasi processo infiammatorio e degenerativo tessutale;

- Prevenzione dello shock anafilattico;

- Prevenzione della pre-eclampsia e della prematurità neonatale;

- Contrasto degli effetti di molte sostanze tossiche, come quelle presenti nel fumo e negli inquinamenti ambientali;

- Protezione della cute dagli effetti nocivi dei raggi ultravioletti;

- Riduzione dei processi di invecchiamento (che è un evento stimolato e anticipato dai radicali liberi);

- Azione immunostimolante, e quindi preventiva e curativa, di tutte le infezioni batteriche e virali (l’azione è prevalentemente preventiva a dosi alte moderate somministrate per via orale, mentre diventa curativa a dosi elevate date preferibilmente per via endovenosa);

- Migliora la chemiotassi e la capacità fagocitaria dei neutrofili;

vitamina-c-blog-3-500x500

- Prevenzione e modulazione di qualsiasi processo infiammatorio e degenerativo tessutale;
- Prevenzione dello shock anafilattico;
- Prevenzione della pre-eclampsia e della prematurità neonatale;
- Contrasto degli effetti di molte sostanze tossiche, come quelle presenti nel fumo e negli inquinamenti ambientali;
- Protezione della cute dagli effetti nocivi dei raggi ultravioletti;
- Riduzione dei processi di invecchiamento (che è un evento stimolato e anticipato dai radicali liberi);
- Azione immunostimolante, e quindi preventiva e curativa, di tutte le infezioni batteriche e virali (l’azione è prevalentemente preventiva a dosi alte moderate somministrate per via orale, mentre diventa curativa a dosi elevate date preferibilmente per via endovenosa);
- Migliora la chemiotassi e la capacità fagocitaria dei neutrofili;

vitamina-c-blog-4-620x520

- È necessaria per l’apoptosi e l’eliminazione dei neutrofili esauriti che devono essere allontanati dai siti di infezione grazie all’intervento dei macrofagi, riducendo così la necrosi e il potenziale danno tessutale;

- Rafforza la proliferazione e la funzione dei linfociti;

- Aumenta la produzione di interferoni, che proteggono le cellule dagli attacchi virali;

- Stimola la sintesi del fattore timico umorale e la sintesi degli anticorpi delle classi IgG e IgM, che proteggono praticamente da tutti i germi;

- Partecipa alla inattivazione delle tossine batteriche;

- Azione antiinfiammatoria, per riduzione delle citochine pro-infiammatorie;

- Azione protettiva nei confronti dei processi di aterosclerosi (che attivano e promuovono le patologie
cardiocircolatorie di tipo ischemico);

- È necessaria per l’apoptosi e l’eliminazione dei neutrofili esauriti che devono essere allontanati dai siti di infezione grazie all’intervento dei macrofagi, riducendo così la necrosi e il potenziale danno tessutale;
- Rafforza la proliferazione e la funzione dei linfociti;
- Aumenta la produzione di interferoni, che proteggono le cellule dagli attacchi virali;
- Stimola la sintesi del fattore timico umorale e la sintesi degli anticorpi delle classi IgG e IgM, che proteggono praticamente da tutti i germi;
- Partecipa alla inattivazione delle tossine batteriche;
- Azione antiinfiammatoria, per riduzione delle citochine pro-infiammatorie;
- Azione protettiva nei confronti dei processi di aterosclerosi (che attivano e promuovono le patologie
cardiocircolatorie di tipo ischemico);

vitamina-c-blog-4-500x500

- Aumenta l’ossido nitrico;

- Azione protettiva nei confronti dei processi artritici e artrosici;

- Azione protettiva nei confronti dei processi di cancerogenesi da nitrosamine;

- Azione antineoplastica per via parenterale, per il suo effetto pro-ossidante;

- Azione di freno della crescita tumorale e dello sviluppo delle metastasi: la vitamina C ha un importante effetto di inibizione dell’angiogenesi (sia in vitro, sia in vivo) e infatti le concentrazioni plasmatiche dell’ascorbato sono inversamente associate allo sviluppo neoplastico. La vitamina C riduce anche alcuni indici di infiammazione (PCR plasmatica e citochine pro-infiammatorie) il cui aumento è un indice di prognosi sfavorevole;

- Riduzione della tossicità del trattamento chemioterapico antineoplastico;

- Riduzione della tossicità di alcuni metalli (specie cadmio, mercurio, nichel, piombo, selenio e vanadio);

- Protezione contro la tossicità di alcune sostanze inquinanti (come fosforo, benzene e altre).

- Aumenta l’ossido nitrico;
- Azione protettiva nei confronti dei processi artritici e artrosici;
- Azione protettiva nei confronti dei processi di cancerogenesi da nitrosamine;
- Azione antineoplastica per via parenterale, per il suo effetto pro-ossidante;
- Azione di freno della crescita tumorale e dello sviluppo delle metastasi: la vitamina C ha un importante effetto di inibizione dell’angiogenesi (sia in vitro, sia in vivo) e infatti le concentrazioni plasmatiche dell’ascorbato sono inversamente associate allo sviluppo neoplastico. La vitamina C riduce anche alcuni indici di infiammazione (PCR plasmatica e citochine pro-infiammatorie) il cui aumento è un indice di prognosi sfavorevole;
- Riduzione della tossicità del trattamento chemioterapico antineoplastico;
- Riduzione della tossicità di alcuni metalli (specie cadmio, mercurio, nichel, piombo, selenio e vanadio);
- Protezione contro la tossicità di alcune sostanze inquinanti (come fosforo, benzene e altre).